Monday, August 11, 2008

Comete intelligenti

Notte di San Lorenzo. La parte d'umanità che può permettersi di essere frivola e romantica domicilia per poche ore notturne nel cielo stellato la propria testa, con in tasca una lista di desideri. Eppure non tutti possono permettersi di guardare in sù a cuor leggero, se non per rischiare un desiderio-preghiera di pace. Due anni fa, agli esordi di questo blog, ponevo la stessa questione (con altre parole certo, ed in un altra area geografica del mondo). Tuttavia è preoccupante come la Storia si ripeta.

Labels: , ,

10 Comments:

At 3:15 PM , Blogger Silvia said...

Ah però...Belle le vignette :)

un saluto a presto!

 
At 4:35 PM , Blogger nvm said...

tristemente vero come sempre. C'è poco da fare...

 
At 7:39 PM , Blogger Bra said...

eH, riaffiora questo mio vecchio pallino di vignettista...

 
At 10:52 PM , Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta said...

Vera, pungente e dal riso amaro.

Bravo!

 
At 3:47 AM , Blogger koala said...

Hai proprio ragione, la storia si ripete purtroppo.
Grazie per essere passato dal mio Blog e fammi sapere se i tuoi gatti amano farsi aspirare come il mio!!!

 
At 8:04 AM , Blogger Dyo said...

Già: la pace.
Sembra un'utopia, ormai.

 
At 11:04 AM , Blogger Bra said...

Daniele: A volte smetto di seguire quello che accade nel mondo, è sempre dura ingoiare, mandare giù e andare avanti, questa pare essere per me un'utile valvola di sfogo...

Koala: C'è un errore. Io non parlavo di Gatti, ma di Gibboni...

dyo: Permettimi la citazione. L'utopia sta all'orizzonte. Mi avvicino di due passi, lei si allontana di due passi. Faccio dieci passi e l'orizzonte si allontana di dieci passi. Per quanto cammini, non la raggiungerò mai. A cosa serve l'utopia? A questo: serve a camminare. (E. Galeano)

 
At 11:13 AM , Blogger Dyo said...

Boh. E allora mi chiedo e ti chiedo: serve camminare?

 
At 11:36 AM , Blogger Bra said...

Finchè i nostri passi sono isolati camminare serve effettivamente a poco, ma sempre meglio di rimanere fermi e aspettare.
Ma condivido la tua amarezza.

 
At 6:02 PM , Anonymous cyrano said...

gran vignetta per quanto è triste e bella...come sempre sensibile Bra...come sempre in cose più grandi di noi...fatti e non parole...nel frattempo consoliamoci con la libertà di accusare :( CIAO

 

Post a Comment

Subscribe to Post Comments [Atom]

<< Home